Per ogni fine un inizio

Per ogni fine un inizio
Per ogni fine un inizio

“È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto,abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttate via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto. Ci sarà sempre un'altra opportunità, un'altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c'è un nuovo inizio.”

Quanto è difficile mettere la parola fine? Quanto le nostre amicizie, i nostri amori, i nostri sogni ci sono sembrati unici, irripetibili e insostituibili? Quanto poco siamo capaci di intravedere il nuovo in ciò che stiamo abbandonando?

Dopo anni di dedizione (non esenti da errori, ambiguità e difficoltà) credevo di aver trovato il modo per realizzare il mio sogno. Poi però tutto è caduto miseramente, dentro e attorno a me. Ho pianto, ho faticato a perdonarmi gli errori, ho deluso e trascinato nel mio dolore tutti e tutto ciò che mi circondava.

Ma in queste parole tratte da “Il piccolo principe” trovo ispirazione: quello che avevo perseguito era solo “un” modo per realizzare il mio sogno e non il sogno stesso. Non posso buttarlo via perché questo tentativo è fallito. Ecco che pian piano mi volgo verso la strada percorsa con uno sguardo sereno, di accettazione per ciò che non sarà più come prima.

Accettare la fine però non è tutto. Bisogna saper attendere il nuovo inizio. Per questo non posso non citare un artista eccellente (uno a caso per chi mi conosce)  “è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire” (F. Battiato).

Sì, è difficile trovare il punto in cui nel cuore della notte, qualunque essa sia, inizia a baluginare la prima luce dell'alba. È duro, ma esserne consapevoli aiuta a restare in silenziosa attesa, a rinverdire tacitamente la ricerca e la speranza: l'alba c'è e arriva di sicuro.

p.s.: spero che Franco mi perdoni per aver citato impropriamente queste parole che invece si riferiscono ad un pezzo di storia ben preciso e ad un significato di Vita e Morte ben più profondo…ma rimando questo approfondimento ad un altro post!

  • Daisy

    Com’è difficile ricominciare, ritornare a credere, rimettersi in discussione, tornare ad aver fiducia nella strada. Eppure, abbandonare il sogno fa ancora più male, perché non è solo un sogno. Sei tu. Il nostro ego rimane tenacemente ancorato alle cose, alle persone e ai ruoli che crediamo ci definiscano, mentre il nostro Sè più profondo abbraccia l’immenso.